Palazzo Ducale

Posted By On 26 nov 2013
Il magnifico Palazzo Ducale è uno degli edifici più importanti di Venezia. Era il centro del potere, da dove era governata la Repubblica di Venezia.
Costruzione del Palazzo
Il Palazzo Ducale si trova su un sito che una volta era occupato da una palizzata di legno x secoli, con torri e fossato e, più tardi, un altro forte simile al primo, entrambi alla fine distrutti da incendi e altre calamità.
Dal XIV secolo, la gerarchia di Venezia ha deciso che un gran Palazzo era necessario, un edificio che si addicesse alla nuova ricchezza e potere della città.
I disegni per il Palazzo Ducale sono stati creati da Filippo Calendario (che più tardi fu giustiziato per tradimento nel 1355) e sono iniziati i lavori sulla struttura.
A causa della morte di Calendario, il Palazzo Ducale fu costruito in due fasi. L’ala orientale, che si affaccia il Rio di Palazzo, fu costruito tra il 1301 e il 1340. L’ala occidentale, rivolto verso la Piazzetta San Marco, ha impiegato altri 110 anni per essere costruita e fu completata nel 1450. Lo stile architettonico è generalmente indicato come gotico veneziano – una struttura gotica con influenze bizantine.
Architettura del Palazzo
Le facciate includono una sezione inferiore costituita da un porticato a pianterreno sotto una loggia aperta. A differenza di molti altri palazzi di epoca medievale, qui presso il Palazzo Ducale, le logge sono di sotto, mentre le pareti solide sono sopra. L’apertura dell’edificio è un testamento al potere della città, che non si sentiva la necessità di un castello fortificato, come altre città in quel momento.
Ornamentazioni sono ovunque. Ad esempio, i capitelli del colonnato inferiore sono decorati con scene bibliche e storiche. Due colonne sulla facciata piazzetta sono dipinte di rosso, che significa dove le esecuzioni pubbliche erano una volta pronunciate. Una figura allegorica della giustizia si siede sopra una delle colonne e molti altri personaggi si trova all’esterno del palazzo.
Quella stessa facciata è la posizione della “Porta della Carta”, l’ingresso principale del palazzo. Il cancello conduce direttamente al cortile. Il cancello era anche dove sono stati pubblicati annunci importanti da leggere da parte dei cittadini di Venezia. Questa entrata , con ornamentazione bizantina, fu progettata da Bartolomeo Bon nel 1438.
Sulla piattaforma centrale – o zoccolo – due statue possono essere viste. Uno è del leone alato di San Marco, l’altro del Doge Francesco Foscari, che ha servito durante la metà del XV secolo.
Interni
Dopo essere entrati nel cortile interno si trova una rampa di scale che porta ai quarti privati del Doge, conosciuta come la “Scala dei Giganti” e fiancheggiato da enormi statue di Marte e Nettuno. La facciata rivolta verso il cortile è più classica in stile, essendo stata ricostruita dopo un incendio alla metà del 1500.
All’interno, le pareti sono in stucco e i soffitti presentano ornato di opere d’arte.
L’ Appartamento del doge era al secondo piano, mentre al primo si trovavano gli uffici di cancelleria. Il terzo livello era la Sala del Collegio, dove il doge si  incontrava con gli ambasciatori stranieri. Qui, i visitatori di oggi trovano ritratti di tutti i Dogi di Venezia, tranne uno, che ha disonorato se stesso tentando un colpo di stato. I visitatori possono esplorare anche la stanza della mappa e l’armeria.
Il Gran Consiglio di camera, al secondo piano, è anche la sala più grande all’interno di Palazzo Ducale, quasi tutta la lunghezza della facciata meridionale, che si affaccia sul lungomare di misura. Questo era dove la classe dirigente di Venezia si incontrava, solitamente circa 1.000 individui totali. In questa camera, gli ospiti possono vedere il “Paradiso” del Tintoretto, un incredibile lavoro di pieno-parete completato nel 1577.
Infine, nel seminterrato c’erano diverse celle della prigione, che ospitava i detenuti in attesa di giudizio. Quando il “nuovo” carcere è stato costruito sull’ altro lato del Rio di Palazzo l’impianto non venne più usato. Il nuovo carcere è stato collegato al Palazzo tramite l’ormai famoso ponte dei Sospiri.

Categorys: Visitare Venezia

Tags: 

Indirizzo

Locanda Antico Fiore
San Marco 3486 Venezia, Italia
Tel. +39.041.5227941 - Fax +39.041.2417853
P.IVA: 03394170272
info@anticofiore.com